Home arrow Press area arrow Border: ospite speciale di Oltrescrittura

Annunci

Sei un blogger? Vorresti leggere i nostri libri e recensirli?  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo  e te ne invieremo una copia gratuita per una recensione! Ci teniamo al tuo parere!
 
Corsi di Comunicazione (altro)

Enzo Delfino Editore

per la conosc(i)enza

Mappa del sitoMappa del sito

Counter

Visitatori: 541643


Border: ospite speciale di Oltrescrittura PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Libro ospite Border, di Grazia Bomba Enzo Delfino editore

  Una storia di incerti confini. Sottorete, lì dove succede di tutto.

 Border, edito dalla Enzo Delfino Editore (Confine), romanzo a tinte noir della scrittrice Grazia Bomba, che intreccia le avvincenti storie di due donne unite dal destino.

Le vicende di Gioia e Aradia, la ragazzina e la donna, l'adolescente ribelle e il rigido ispettore, si rincorrono senza mai incontrarsi in una struttura narrativa sapiente, dove la parabola verso gli inferi della prima coincide con la crescita dell’altra, in un cerchio di vita e morte. Il gioco dei punti vista ne alterna le voci e crea un dialogo immaginario che solo al lettore è dato cogliere, in un crescendo di pathos che porta alla scoperta della verità.

Non manca l’amore, in ogni sua sfumatura, quello vero che salva, quello malato che infetta, né la scoperta del sesso rubato sui sedili di una DS 19, lussurioso e macabro boudoir dell’immaginario di provincia.

L’autrice sceglie di ambientare la storia nella sua terra di origine, rendendo protagonisti il clima, le parlate, le vie della Milano scintillante e il sottobosco fumoso di bruma e traffici del confine lombardo. Sullo sfondo, le complesse vicende politiche degli anni Settanta, schiacciati tra ribellione giovanile e tensione, tra liberazione sessuale e moralismo di maniera, dove la libertà di scegliere tra bene e male è un atto irriducibile.

Sinossi:

Italia, pieni anni Settanta.

Gioia, affascinante figlia di un politico di spicco, è un'adolescente in guerra contro la falsità e il moralismo che impregnano la sua famiglia e buona parte del suo entourage. Confonde a volte libertinaggio e libertà, arroganza e conoscenza, ma non aver perso la sua ingenuità le costerà la vita.

Aradia ha scelto di entrare in polizia, dove ha un ruolo di ispettore capo. Scelta non facile, frutto di un conflitto di identità irrisolto con una famiglia un tantino bizzarra. Indagare sulla vittima la riporterà a casa, “sottorete, lì dove succede tutto” e a iniziare un percorso di rivalutazione della propria esistenza. Finirà per capire che è solo ai confini, lì dove le regole sono aleatorie e sospese, che si può ritrovare se stessi.

ISBN: 9788895758237

Prezzo: 4,99 €

Formati: epub, mobi, pdf, ibooks

DRM free

PER ACQUISTARE CLICCATE QUI

Grazia Bomba Una vita ai confini

 Nata e cresciuta in un paesino della provincia di Como, Grazia Bomba ha messo un po’ di sé in entrambi i personaggi femminili del suo noir.

Anche lei, come Gioia, uscita presto e non pacificamente dall'ambito familiare, ha trascorso un'adolescenza convulsa e densa di esperienze. E come Aradia, ha sperimentato l’insicurezza e le paure nascoste dietro le scelte di una donna, in quegli anni Settanta che così magistralmente dipinge.

Innamorata della sua terra d’origine, non se ne è mai staccata completamente e attualmente si divide tra l'Italia, “sottorete”, e la Transilvania, in un piccolo villaggio sassone. Qui fa parte di un’associazione che si occupa di ambiente, conservazione del patrimonio culturale e di educazione, in particolare rivolta ai bambini rom.

È in questo territorio di confine che nascono i suoi racconti, storie per ragazzi e fiabe. Border è il suo primo romanzo.

 

Di sé dice:

“Scrivo da sempre e da sempre ho buttato o perso quel che ho scritto, anche a causa del numero infinito di traslochi. Non sono propriamente stanziale. Ambientare questa storia nella mia terra di origine è stato naturale, ho solo narrato quel che più amo e che meglio conosco. La mia vita, in poche parole, ma con la possibilità di cambiare le carte in tavola senza nessuna remora, come solo un giallo ti permette di fare. Ho voluto che i luoghi, il clima, i riferimenti storici all’interno del romanzo fossero reali. C’è la breva che smuove le acque del lago, i paesaggi de sfroos, lo spirito dell’utopia di Monte Verità, ma senza indugiare nelle descrizioni dettagliate, lasciando che sia il lettore ad entrare in sintonia con la storia, nella piena libertà della sua fantasia”.

 
< Prec.   Pros. >